Pinned post

ᴄᴏᴍᴍᴜɴɪꜱᴍ ɪꜱ ꜱᴏᴠɪᴇᴛ ᴘᴏᴡᴇʀ ᴘʟᴜꜱ ᴛʜᴇ ᴅɪɢɪᴛɪᴢᴀᴛɪᴏɴ ᴏꜰ ᴛʜᴇ ʀᴀᴅɪᴄᴀʟ ᴍᴏᴠᴇᴍᴇɴᴛꜱ ᴀʀᴄʜɪᴠᴇꜱ ᴏꜰ ᴛʜᴇ ᴡʜᴏʟᴇ ᴄᴏᴜɴᴛʀʏ.

Martedì 27 aprile 2021, alle 17, L’Istituto Ernesto de Martino parteciperà all’incontro online “Le riviste e l’impegno culturale: una rassegna”: un confronto fra riviste accomunate dall’intendere l’operazione storiografica come forma di attivismo culturale.

https://www.iedm.it/2021/04/26/riviste-e-impegno-culturale/

Alberto Grifi, uno dei primi "hacker" del video

«ha ideato e usato negli anni settanta un particolare vidigrafo in grado di trascrivere su pellicola le riprese fatte sul nastro di una videocassetta creandolo con i pezzi di una moviola comprata a Porta Portese» ...

... «il macchinario lavanastri per la rigenerazione dello stato fisico dell'emulsione dei nastri analogici e la restituzione su supporto digitale, una struttura specificatamente progettata per restaurare videonastri incisi negli anni sessanta-settanta»

fonte: it.wikipedia.org/wiki/Alberto_

Dalla pellicola alle reti telematiche
grafton9.net/archive/alias-gri

nel 2000 Alberto Grifi invitava uno dei collettivi fondatori di Indymedia Italia, Visual City Virus, ad un festival del cinema: la distribuzione in rete superava il limite dove la vecchia controinformazione si era fermata

Komak (2002)
Uno scienziato e un ingegnere
inventano una macchina
che visualizza le immagini mentali
sotto l'effetto di ketamina.
Alberto decide di riprendere l'esperimento.
archive.org/details/ngv_ita_bo

La lezione del cattivo maestro
Una raccolta di “incontri” con Alberto Grifi avvenuti tra il 2000 e il 2007.
openddb.it/film/la-lezione-del

il 22 aprile del 2007 ci lasciava Alberto Grifi
it.wikipedia.org/wiki/Alberto_

uno dei massimi esponenti del cinema sperimentale italiano.
con la creazione di nuovi linguaggi audiovisivi, la sperimentazione con la tecnologia, l'inchiesta di strada è da considerare il padre del mediattivismo.

Oggi è un buon giorno per recuperare un vecchio #podcast di #LOST: la storia di @cavallette@twitter.com https://cox18stream.noblogs.org/post/2018/04/08/autogestione-digitale-la-storia-di-autistici/ @CSOA_COX18@twitter.com @Archivio_Moroni@twitter.com

cosa hanno in comune hacking, skateboarding, graffiti?
sovversione degli standard, organizzazione in gruppi, trasmissione della conoscenza (zines). ♥️

tmpout.sh/1/17/

Conosci @ArchivioGrafton@twitter.com?
Le parole della puntata 16 di #Carteggio offrono alcuni pensieri, opere ed omissioni di un archivio underground nato a Bologna 👉 https://amonte.noblogs.org/carteggio-16-grafton9/ Buon ascolto! #openpod #podcast

A Carteggio, il podcast di @abuzzo3, si parla di Archivio @grafton9.

Un viaggio dalla Bologna di fine Novanta ai nostri giorni, attraverso le riviste italiane underground. Perché la rete può essere utile anche per trasmettere memoria.

https://amonte.noblogs.org/carteggio-16-grafton9/

Non sono grandi numeri, però @void e ZombiJ generano più traffico di Barbero. E io non posso che ringraziarli: per la disponibilità, perché mi hanno raccontato cose assai interessanti che non conoscevo e perché le poche donazioni che ho ricevuto, le ho ricevute proprio quando ho pubblicato i post realizzati grazie a loro. Credo che st'ultima cosa sia anche indice di come comportamenti "virtuosi" siano legati soprattutto a una certa cultura.

Qui, il podcast dove ZombiJ parla degli anni Ottanta e racconta soprattutto la storia di Ecn:

https://storiasvelata.wordpress.com/2021/04/07/pionieri-della-rete/

Qui il video dove @void traccia un quadro storico del mediattivismo in Italia e racconta le esperienze di A/I e dell'archivio @grafton9 (in questo post trovate una bella bibliografia elaborata da @void):

https://storiasvelata.wordpress.com/2020/11/16/il-mediattivismo-in-italia-intervista-a-void/

L'eroina ti usa
Questa società ti usa
Rispondiamo con la lotta alla violenza quotidiana

Archivio Autonomia / Fondo DeriveApprodi / Manifesti

archivioautonomia.it/categoria

ZombiJ ci accompagna a spasso per gli anni Ottanta, quando i computer si collegavano al televisore, e sul modem dovevi appoggiarci la cornetta del telefono.

Puntata speciale di @clio, dedicata agli anni pioneristici dell'hacktivismo. Buona ascolto!

https://storiasvelata.wordpress.com/2021/04/07/pionieri-della-rete/

Mark Fisher scriveva di Tom Vague:
"capì che il punk contava solo se poteva diventare cyberpunk, e che non aveva nulla a che fare con i sogni aerografati della california, ma con il Capitale come mostruosità planetaria super-senziente"
k-punk.abstractdynamics.org/ar

Show more

archivio grafton9's choices:

post.lurk.org

Welcome to post.lurk.org, an instance for discussions around cultural freedom, experimental, new media art, net and computational culture, and things like that.